Ricette

Putana: il segreto svelato di una donna misteriosa

Putana

La storia del piatto Putana affonda le sue radici nella tradizione culinaria italiana, portandoci indietro nel tempo fino alla vivace e affascinante Napoli. Questo piatto è un vero e proprio simbolo della cucina partenopea, con una storia intrigante e un sapore che conquista il cuore di chi lo assaggia.

La leggenda narra che il nome “Putana” derivi dall’incontro di una bella contadina con un mercante spagnolo che, affascinato dalla sua bellezza e dalla bontà dei suoi piatti, decise di chiamare questa ricetta con un nome che richiamasse il suo fascino irresistibile. E così, nacque il Putana, un piatto che unisce sapientemente gli ingredienti poveri della tradizione contadina con l’ispirazione culinaria delle terre spagnole.

La preparazione del Putana è semplice ma ricca di sapore. Si parte da una base di pasta fresca, rigorosamente fatta in casa, arrotolata e tagliata a fettuccine sottili come seta. Questa pasta viene poi condita con un ragù di carne, che può essere di maiale o di manzo, arricchito con pomodori freschi, cipolle soffritte e un pizzico di peperoncino per dare quel tocco di vivacità tipico dei piatti napoletani.

La vera magia del Putana risiede nella sua cottura. Una volta condita la pasta con il ragù, viene posta in un tegame di terracotta e coperta con una generosa dose di formaggio, preferibilmente caciocavallo o pecorino. Il tegame viene quindi infornato fino a quando il formaggio non si scioglie e crea una crosticina dorata e croccante che avvolge le fettuccine e il ragù, creando un contrasto di consistenze e sapori semplicemente irresistibile.

Il piatto Putana è una vera festa per i sensi, una prelibatezza che rende omaggio alla tradizione culinaria partenopea. Il suo nome intrigante e la sua storia affascinante lo rendono un piatto che va oltre il semplice piacere del gusto, trasportandoci in un viaggio culinario nel cuore di Napoli. Provate il Putana, lasciatevi conquistare da questa delizia e vi ritroverete ad innamorarvi di una tradizione che ha saputo regalare emozioni attraverso la sua cucina.

Putana: ricetta

Il Putana è un piatto tradizionale napoletano che combina sapori intensi e ingredienti semplici. Gli ingredienti principali per la preparazione del Putana sono pasta fresca, ragù di carne, pomodori freschi, cipolle, formaggio caciocavallo o pecorino, olio d’oliva, sale e pepe.

Per preparare il Putana, iniziate preparando la pasta fresca, impastando farina e uova fino ad ottenere un composto elastico. Successivamente, stendete la pasta in una sfoglia sottile e tagliatela a fettuccine sottili.

In una pentola, fate soffriggere le cipolle in olio d’oliva fino a renderle morbide. Aggiungete quindi il ragù di carne, i pomodori freschi tagliati a pezzi e il peperoncino, mescolando bene il tutto. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa un’ora, finché il ragù non risulti denso e saporito.

Nel frattempo, portate a bollore abbondante acqua salata in una pentola e cuocete le fettuccine fino a quando non saranno al dente. Scolatele e aggiungetele al ragù, mescolando delicatamente per distribuire uniformemente il condimento sulla pasta.

Prendete un tegame di terracotta e versateci la pasta con il ragù. Spolverizzate con il formaggio caciocavallo o pecorino grattugiato e infornate a temperatura alta fino a quando il formaggio non si sarà fuso e avrà creato una crosticina dorata.

Il Putana è pronto per essere servito. Questo piatto delizioso e ricco di sapori tipici della cucina napoletana è perfetto da gustare in compagnia, magari accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso. Buon appetito!

Abbinamenti

Il Putana, piatto tipico della cucina partenopea, offre molte possibilità di abbinamenti con altri cibi, bevande e vini che ne esaltano i sapori e ne completano l’esperienza gustativa.

Per quanto riguarda gli abbinamenti con altri cibi, il Putana si sposa alla perfezione con contorni di verdure grigliate o saltate in padella, come zucchine, melanzane o peperoni. Questi contorni leggeri e aromatici si bilanciano con la consistenza e i sapori intensi del Putana, creando un equilibrio gustativo molto piacevole.

Inoltre, il Putana può essere arricchito con l’aggiunta di frutti di mare, come gamberi o calamari, per creare una variante del piatto ancora più sfiziosa. I frutti di mare apportano freschezza e un sapore marino che si armonizza bene con il ragù di carne e il formaggio del Putana.

Per quanto riguarda le bevande, il Putana si accompagna bene con vini rossi robusti e strutturati, come un Aglianico del Vulture o un Taurasi. Questi vini, prodotti nella regione Campania, presentano tannini decisi e aromi complessi che si sposano perfettamente con i sapori intensi del Putana.

In alternativa, si può optare per una birra artigianale dal gusto corposo e amarognolo, che aiuta a pulire il palato e a contrastare la ricchezza del piatto.

Infine, per chi preferisce una bevanda analcolica, il Putana può essere accompagnato da un’acqua frizzante o da una bibita a base di agrumi, come una spremuta di arancia o un limoncello.

In conclusione, il Putana offre molte possibilità di abbinamenti con altri cibi, bevande e vini, consentendo una varietà di esperienze gustative che valorizzano le caratteristiche del piatto e soddisfano i palati più esigenti.

Idee e Varianti

Ci sono diverse varianti della ricetta del Putana, ognuna con le sue caratteristiche uniche che rendono questo piatto ancora più gustoso e sfizioso.

Una delle varianti più comuni è quella che prevede l’aggiunta di funghi porcini al ragù di carne. Questi funghi conferiscono al piatto un sapore terroso e un’aroma intenso che si sposa perfettamente con la pasta e il formaggio.

Un’altra variante del Putana prevede l’uso del pesce al posto della carne. In questo caso, si utilizzano pesce azzurro, come le alici o i sgombri, che vengono cotti con pomodori freschi e cipolle per creare un ragù di pesce saporito e aromatico.

Una variante più leggera del Putana prevede l’uso di verdure al posto della carne. Si possono utilizzare verdure come zucchine, melanzane, carote e peperoni, che vengono tagliate a dadini e saltate in padella insieme a pomodori freschi e cipolle. Questa versione vegetariana del Putana è perfetta per coloro che seguono una dieta senza carne ma vogliono comunque gustare i sapori tipici di questo piatto.

Infine, una variante del Putana molto particolare prevede l’aggiunta di frutta secca, come noci o pinoli, nel condimento della pasta. Questa combinazione di sapori crea un contrasto interessante tra la dolcezza della frutta secca e la ricchezza del ragù e del formaggio.

Queste sono solo alcune delle varianti del Putana che si possono trovare in giro, ma la fantasia e la creatività in cucina non hanno limiti. Ognuno può dare il proprio tocco personale a questo piatto tradizionale, creando una versione unica e deliziosa del Putana.

Potrebbe anche interessarti...